I colori della primavera - Maria Mastromano Event Planner
192
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-192,qode-news-1.0,,qode-page-loading-effect-enabled,qode_grid_1300,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

I colori della primavera

Le festività pasquali

Colori e sapori tipici della tradizione partenipea

I colori di primavera connotano la dimora e la tavola imbandita per le festività pasquali della wedding planner Maria Mastromano.

Le abbiamo chiesto quando siano nate in lei la propensione e l’amore per le bellissime realizzazioni che abbiamo avuto modo di ammirare all’interno della sua dimora molto accogliente e ricca di brio.

“In un momento particolare della mia vita mi sono fermata a pensare e mi sono chiesta: qual è la mia passione? Così, su un foglio ho iniziato a scrivere tutte le cose in cui ero brava e mi riuscivano meglio, e soprattutto cosa mi esaltava, a tal punto che quando mi ci dedicavo non mi rendevo conto del trascorrere del tempo e mi caricavo di energia; mi sentivo veramente viva. Non è difficile portare alla luce il proprio sogno nel cassetto…la prima cosa era realizzare una bella casa, poi far stare bene gli altri, rendendoli felici…così sono diventata anche wedding planner. I miei amici mi appellano “Mary Poppins”, perchè cerco di trasformare tutto ciò che realizzo in un momento magico”.

Queste, le premesse che hanno spinto Maria ad arredare la casa seguendo il suo cuore; ogni ambiente della dimora è ricca di quelle cose ed oggetti a lei cari, secondo uno stile decisamente declinato al femminile, di ispirazione shabby chic.

I colori della primavera - Maria Mastromano
Un autentico trionfo di colori e di fiori sul tavolo: dalle ghirlande che decorano i piatti alle allegre ceramiche.

Il tavolo preparato nella sala da pranzo per il giorno di Pasqua è un tripudio di cromie che hanno come sfondo una bellissima tovaglia verde, ideata a forma di prato e realizzata dalla padrona di casa, abbinando delle tovagliette gialle, sempre di sua creazione, alternate a porcellane di Positano, “acquistate in un giorno di festa”, (come ci riferisce!) nel negozio Ceramica Assunta.

I piatti della tradizione vietrese sono arricchiti da una ghirlanda e da un mazzetto di fiori per ogni commensale. I dettagli si notano nel particolare della brocca a forma di coloratissimo galletto. Su ogni elemento, trionfa però il bellissimo gallo bianco di ceramica, contornato di uova d’oca!

Le abbiamo chiesto di illustrarci i dettagli dell0 speciale look che ha conferito alla deliziosa dimora: “Amo i fiori, ma in particolare i tessuti e i merletti vintage, le rouches e la porcellana. Ho cercato di creare un look tutto mio. Sono molto romantica e mi ispiro alla natura. Quando trovo un oggetto, so subito se si possa adattare alla mia casa. Adoro recuperare mobili; non mi lascio sfuggire i numerosi mercatini delle pulci che hanno luogo non lontano da casa mia…per me sono quasi un’ossessione”.

All’interno degli ambienti, un comune denominatore è l’utilizzo del bianco che, ci tiene a specificare Maria Mastromano, le dà un senso di pace. Anche in cucina, tutti i componenti hanno nuance chiare, tanto da conferire un poetico mix candore, sottolineato da una serie di porcellane antiche. Come ribadisce la wedding planner, “in casa, bisogna trascorrere i momenti più belli della giornata, come il giorno più importante, il matrimonio! Per questo quando si sta per organizzarne uno, è doveroso ricordare di non escludere mai nessun particolare. Il corso con Enzo Miccio di wedding planner è stato per me fondamentale”.

Per Maria, l’attenzione ai particolari è determinante: lo rileviamo nella cura con cui ha preparato ogni angolo della casa. Nel living , tutte le sedute sono bianche; il divano per la primavera è stato rivestito con un tessuto shabby; una delicata cromia rosa funge da motivo sotteso ai cuscini, ideati da lei, utilizzando pizzi antichi e merletti. Della medesima nuance rosa è la tovaglietta che ricopre il tavolo basso d’appoggio davanti al camino.

I colori della primavera - Maria Mastromano
Una brocca in ceramica ospita una piantina di bulbi e una candida zuppiera ranununcoli e tulipani

Tanto cosy è la scenografia preparata nella bocca del camino, utilizzato come se si trattasse del rifugio di una gallina premurosa, con tanto di nido di paglia e cespuglietti raccolti in giardino. Accanto alla gallina di ceramica ci sono i pulcini gialli, tutti provenienti dal negozio Ceramica Assunta di Positano.

Anche nella scelta dei fiori di primavera da riporre nei vasi, la padrona di casa è molto attenta, dai giacinti ai tulipani, dai ranuncoli colorati, alle petunie rosa (il suo fiore preferito in questo periodo!).

I fiori e le piante arricchiscono l’ambiente e danno allegria a tutto il salone: vasi sulla mensola del camino, acquistato a Firenze presso le Ceramiche La Torre; anche il lampadario coronato da piccoli paralumi, è rivestito di tralci vegetali.

I fiori su un fondo bianco sono anche il soggetto della tela, posta sulla parete al di sopra della mensola del camino. La padrona di casa ha preparato inoltre un magnifico albero di Pasqua colorato di rosa e bianco con un immenso volo di farfalle “segno di libertà”, come sottolinea.

Non mancano le uova-gioiello realizzate con le perle colorate dalla nostra padrona di casa. Su un tavolino d’appoggio di produzione BlancMariclò, tutto è pronto per il rito del caffè.

Sui tavoli addobbati per la festa, sono in bella vista molti dolci della tradizione partenopea legati alla Pasqua: dal buonissimo casatiello dolce, al casatiello con pepe e uova, pancetta e salame casareccio, tutto realizzato da un amico contadino che le ha regalato persino le uova di papera e le carotine nane che Maria ha lessato.

I colori della primavera - Maria Mastromano
Sulla tovaglia con le galline, torte e dolci e rustiche e un bel cestino con uova e giacinti.

Non poteva mancare la regina di ogni fine pranzo di Pasqua: la classica, inconfondibile pastiera di grano, preparata dalla padrona di casa, come ogni signora napoletana, seguendo rigorosamente la ricetta tramandata dalla nonna.

La differenza com’è noto,  non è tanto negli ingredienti, piuttosto nel dosaggio di essi: dalle scorze di limone, al grano cotto, alla ricotta di pecora, allo zucchero, alle uova, ai canditi, all’essenza di fiori d’arancio, alla vanillina, al latte, al burro, alla cannella, al limoncello!

Sempre sul tavolo , in un piatto di legno, compaiono le fave fresche e le fragole. Ma, a parte la cucina, il luogo prediletto in cui Maria realizza le sue originali creazioni è la stanza dei merletti, in cui è possibile trovare le stoffe, la macchina per cucine e tutti quegli attrezzi indispensabili per dare sfogo alla sua effervescente fantasia.

Location

Villa Rizzo, Bagnoli

Tema

Shabby

Data
Categoria
Interior Design